Guerra interna tra i due stilisti simbolo di Gucci: Tom Ford e Frida Giannini

Postato sotto Abbigliamento e accessori, News glamour da Alessandro il 24 giu 2008

Il designer texano di abbigliamento e accessori e la stilista romana organizzano due grandi party. Ma lui non ha invitato lei e lei non ha invitato lui. Le due anime di Gucci, quella di un tempo e quella di oggi, non si amano proprio più!
Lui è l’uomo che ha fatto tornare il marchio con le due G al top del fashion mondiale negli anni ’90. Lei è la donna che adesso, nel nuovo millennio, sta portando Gucci alle stelle, collezione dopo collezione, conquistando sempre nuovi adepti alla griffe.

Lui, il bel texano sempre abbronzato, sorriso solare, aria sana, è quello che ci ha fatto immaginare giovani donne e giovani uomini attraversare la propria giovinezza dorata fasciati in tessuti lucidi, tagli aderenti e cinturine borchiate.


Lei, l’esile sofisticata italiana, è quella che ha capito quanto, e come, i giovani borghesi vogliano permettersi un tocco – ma solo un tocco – di eccentricità. Lui, andandosene dalla maison nel 2004, le ha lasciato campo libero e lei non ha perso l’occasione, scalzando rapidamente l’erede designata Alessandra Facchinetti.

Lui è Tom Ford, lei è Frida Giannini. Si amavano (lavorativamente parlando) ma non si amano più.  A Milano, in questi giorni di sfilate, non si parla che di loro. Di come Tom e Frida si siano messi, festa contro festa, a farsi la guerra. A Milano Tom festeggia l’apertura del suo mega-negozio monomarca di abbigliamento e accessori in via Verri, il simbolo della sua rinascita dopo l’epoca Gucci. Frida, dopo aver presentato la nuova collezione uomo per la prossima estate 2009, offre un party per presentare il suo primo profumo maschile. E se la scelta della stessa giornata per i due super eventi mondani è stata un caso, si fa fatica a pensare sia per caso che Frida non è stata invitata da Tom e Tom non è stato invitato da Frida.
“Vado alla festa di Tom Ford e non passo da quella di Gucci” ha chiarito lui, dicendo davanti ai giornalisti alla sua addetta stampa ‘Frida non ha ricevuto l’invito per stasera…’ come se qualcuno avesse potuto dimenticarsene. Frida invece, prima della sua sfilata, ha parlato chiaro: “La cena è per 100 persone e la festa per 800 invitati. E Tom? Io non ho invitato lui, lui non ha invitato me” ha risposto con freddezza.

Intanto, mentre l’una spiegava come un flacone gigante sceso dal soffitto avrebbe presentato agli ospiti il nuovo profumo maschile, e come gli invitati sarebbero stati intrattenuti dal concerto della cantante Roisin Murphy, l’altro faceva da cicerone alla visita in anteprima del suo nuovo store. Quattro piani nel pieno centro di Milano con dentro di tutto. Dalle babbucce stile Briatore, ma con donnine nude ricamate, ai completi sartoriali dai 3800 dollari in su, ogni piano è dedicato a un dandy raffinato che non teme la sensualità, come dimostra il sito del designer, dove un disclaimer avvisa i più sensibili della presenza di contenuti sessuali espliciti.
A tutti e due, Frida e Tom, piace stupire. E nel mondo della couture niente fa più chic di una piccola guerra!

Ecco alcuni sponsor Ads inerenti all'articolo:

Tag:, , , ,

Bookmark and Share

2 Commenti per “Guerra interna tra i due stilisti simbolo di Gucci: Tom Ford e Frida Giannini”

  1. [...] e festa per 800 persone. Lo stilista di Santa Fe, a quattro anni dal divorzio dal Gruppo Gucci ( ecco i particolari ) che aveva portato al top in 10 anni di lavoro, torna da imperatore. E porta fermento nella [...]

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.